#FirenzeFuoriExpo

Chiostro dell'Umanitaria

Chiostro dell’Umanitaria

Ottomila visitatori, 120 espositori in rappresentanza di oltre 250 aziende, 30 chef, 1400 bottiglie di vino, 400 litri di birra artigianale, quasi una tonnellata di prodotti tipici offerti ai visitatori fra cui carne, formaggi e salumi: il gusto di Firenze ha conquistto i milanesi.

Si è chiusa con numeri record #FirenzeFuoriExpo, nove giorni (dal 2 al 10 maggio) di wine bar, degustazioni, showcooking ai Chiostri dell’Umanitaria di Milano, realizzato da PromoFirenze, in collaborazione con Biennale enogastronomica fiorentina, il coordinamento di Camera di Commercio di Firenze, Toscana Promozione e il patrocinio di Expo2015.

«Il padiglione toscano a Expo stimola quattro sensi: la vista, l’udito, l’olfatto e il tatto, noi abbiamo voluto completare l’esperienza con il gusto e a giudicare dai numeri la cosa è stata apprezzatissima», ha commentato Claudio Bianchi, presidente di PromoFirenze.

«Il format di Milano ha avuto così successo fra gli espositori che stiamo già pensando a come riproporre questa esperienza in altri contesti per portare le eccellenze di Firenze nel mondo», ha aggiunto Santino Cannamela, presidente della Biennale enogastronomica fiorentina.

Il Fuori Expo, che ha avuto anche una sezione culturale con sei apprezzati seminari tenuti da docenti universitari dell’Accademia dei Georgofili, proseguirà fino al 31 ottobre con altri territori della Toscana. Resta aggiornato per questi appuntamenti su ExpoTuscany.

Scarica il comunicato stampa di chiusura di #FirenzeFuoriExpo

Scarica il comunicato stampa di apertura di #FirenzeFuoriExpo

Scopri di più di #FirenzeFuoriExpo

Lascia un commento